sabato 16 giugno 2007

MAGIC VOICE T'INSEGNA A STARE AL MONDO







Vi dico soltanto questo.

Da guardare prima di leggere.


St'uomo è un genio, adrenalina allo stato puro. E' come farsi un giro sulle montagne russe, col sedile pieno di lamette da barba e un cobra, fatto di anfetamina, seduto al tuo fianco... e tu sei felice, perchè il seroquel che hai appena ingurgitato, t'ispira forza e fiducia nel genere umano, nel progresso e in tutte le altre belle frasi che cominciano con la ">
Non volevo crederci; gente così esiste. St'uomo fa il barbone, dorme sulle panchine, quando è uno dei migliori artisti della storia della musica italiana.
L'inizio della canzone è decisamente "progressive"; una triade maggiore, molto piacevole... "strano, devo dire, anche per la gènte... signor codàrdo... lei ha di fronte un uòmo che è capàce di tùtto".
Davvero immenso, questo quì è andato perso nel baratro dantesco della menzogna mediatica che resetta memorie e coscienze storiche dell'uomo post moderno, in relazione all'idiosincrasia dei primi Kraftwerk... tanto per capirci, quelli di "the man machine"; quelli di "radioactivity"sono decisamente più dark... paura di un eventuale guerra atomica.
Magic voice ci ha insegnato ad amare l'onomatopea classico croccante: la sua nenìa filastroccosa scende giù nel palato che è un piacere, riportando alla mente fantastici e puerili ricordi di un'infanzia vissuta serenamente, tra giochi e feste dei compagnucci di scuola.
Il sole c'era sempre, e del domani non v'era certezza semplicemente perchè la linearità delle cose era più che un dogma.
La sua musica è semplice eppur complessa; dietro a quelle note strumentalmente ipnotiche e quel ballo tarantolato dai risvolti psicomagici(parliamoci chiaro: guardandolo ho superato, a 23 anni, il complesso di Edipo... e pure quello della principessa guerriera Elektra) c'è un disegno, decisamente troppo grande per essere compreso dalla mente umana.
Di fronte al mio negozio c'è un calzolazio; avrà una settantina d'anni e sta parlando col suo merlo indiano. GLi ha appena ordinato di stare zitto, bestemmiando con animosità critica... in questo momento lo ha mandato affanculo.
SE magic voice fosse quì, tutto ciò non succederebbe; lui si batte per gli animali.
Secondo molti gruppi progressive italiani anni 70, deriviamo dalle scimmie.
Sencondo me deriviamo dai giuggioli cosmici di Demetrio Stratos.
Uhuhuhuhuuhuhuhuhuhuhuh.
Il sole sta sparendo.
Un tizio, alto all'incirca due metri, va in su e in giù per la via, urlando "forza juve" e fischiando con un fischietto da vigile.
Un fischietto vero.
Maledetto chi glielo ha dato...
Ma il campionato... non era finito?
Uno delle bancarelle del mercato, gli ha appena urlato, -che cazzo hai fatto, mi hai rubato il fischietto?-
Lui ha risposto, -forza juve-.
Il bancarellaro ha sentenziato amaramente, -non sei un bravo abate-
Sono troppo piccolo, per capire i discorsi della gente.
Certo, ci fossero abati del genere, sarei un assiduo frequentatore di chiese... ostia e vino sono gratis.
Prendiamola così: vai in chiesa... e c'è il bouffet in omaggio. Cazzo vuoi di più.



Ho sempre preferito le ragazze problematiche; m'innamoravo dei loro contorti giochini mentali autocreati allo scopo di epicizzare una vita piatta e non vissuta...



... ignarando che il male minore non ero io.



Io ero il male e basta.



Un cliente, sulla sessantina, mi chiede, -come si và sull'internet?-.



Rispondo cordialmente, -clicca là- , puntando il dito indice, verso una direzione ignota del negozio.



Mi guarda e mi chiede, -quà ci vedo un bò shtrano- .



Gli sorrido, -scherzi del sabato mattina. Passerà, non si preoccupi. E' ancora tutto da vedere, questione di tempo e succederà -.



Mi dice che parlo strano.



Gli rispondo "nulla è ciò che appare".



Continua a non capire.



Lo invito alla mia postazione internet e, con la scusa di fargli vedere come si entra a far parte del mondo menzognero della rete, gli propino il filmato di magic voice su youtube.



Un altro adepto è stato forgiato.



Giada, sono stato bene ieri sera.



Enzo, il rock 'n' roll di McDonald mi ha fatto stare alzato fino alle quattro del mattino con piacere.



Adesso sei in negozio, su myspace... chissà quelle zoccolette cosa ti stanno facendo vedere...



E' ufficiale; per essere presi sul serio, bisogna parlare a frasi fatte.



E' l'unico modo per farsi capire e contemporaneamente essere epici e statuari in perenne ponderatio.



Frasi del calibro di:



"In fondo in fondo siamo tutti un pò pagliacci".



"Con un libro in macchina mi sento più tranquilla".



"Questo tempo m'ingrigisce".



"Il riso abbonda sulla bocca dei cinesi".



"Prima o poi passerà".



"D'altra parte è così".



"L'importante è la salute".



"I soldi non sono tutto".



"L'amore non esiste; esistono solo l'eccezzioni, questo è l'ombelico del mondo".



"La novelle vague è la novelle vague".



"Penso che Steven Seagal meni di più di Van damme".



"Il muhay thay è merda da palestra; qui conta il freestyle".



"Petrucci è il chitarrista più veloce del mondo/Michael Angelo Batio è il chitarrista più veloce del mondo".



"I libri di Moccia mi fanno sognare".



"Hai toccato le corde della mia anima".



"E' finita; la meccanica non m'interessa".



"Salviamolo, sto centro sociale".



"Paulo Coelho è uno scrittore che và oltre l'apparenza delle cose... e le rende poesia".



Potrei continuare per giorni; con queste frasi, scoperete il doppio, e doppio sarà più grande il vostro petto(uomini o donne che siate) quando, al mattino, vi guarderete allo specchio.



Dicevano che il macchinario per l'allungamento del pene funzionava, che era sicuro, garantito, e te lo allungava dai tre ai sei centimetri in più.



Quello che ho ora tra le gambe non lo riconosco più... ho un corpo estraneo che mi penzola in mezzo alle gambe... magari scrivo questa storia, la spedisco a Cronenberg e lui torna quello di una volta...



... tu che ne sai?



Il sushi lo adoro; il tempura un po meno.



Il sashimi... m'avvalgo della facoltò di non rispondere.



Il wasabi non è altro che senape allo stato ultra solido, resa piccante via alla morte.



Steve Oh se lo tira col naso... secondo me gli ha fatto male più di quella volta che ha distrutto il ventilatore di casa sua, gettandocisi contro.



"A me mi non si dice"... e quelli che ti richiamano, prima o poi, se ne escono con "a te ti".



Cristo non era un tipo molto lolloso... eppure era cortese; ringraziava sempre, per gli add.



Tvukdb,tvb,prof,ita,mate, cell, mex, ke, tvumdb,3msc; queste targhe, sono autorizzate a transitare nei giorni pari o nei dispari?.



Mistero della fede: annunciamo la tua morte signore... proclamiamo la tua resurè zione... nell'attesa della tua venuta.



Decisamente pornografico; il quinto kraftwerk provvederà a cancellar tale impudicizia.



Chi va con lo zoppo, và piano.



Chi di spada ferisce, si becca dieci anni.



Il bicchiere può essere mezzo pieno o mezzo vuoto; dipende da quanto hai bevuto.



Natale con i tuoi, pasqua con chi vuoi... e a ferragosto i gavettoni con l'acqua dei tombini.



Se qualcosa può andare storto... lo farà.



Scherza con i fanti ma lascia stare i santi; quelli sono anziani, permalosi e non dotati di sense of humor.



Chi la fà, l'aspetti senza raccomandata con ricevuta di ritorno



La vendetta è un piatto che va servito a ore pasti.



Quando il saggio indica il cielo, lo stolto guarda il dito... e pensa, -va bè... maestro e tutto... ma le unghie non se le lava mai?... -.



Lo donne non si toccano neanche non un fiore; quelle vogliono il cazzo.



E basta.



Chissà se Elisa stà davvero fottendo con Jerome... Enzo, sei un bastardo.






Perchè, in Italia è "Pierino", mentre in Inghilterra è "little John"?.






Giuro. Dopo ieri sera, basta con l'alcool.



Giuro.










2 commenti:

padre harold ha detto...

aggiungo un'altra frase fatta notevole:

"forse in India...ma comunque anche in India..."

alestrange ha detto...

"Giuro. Dopo ieri sera, basta con l'alcool."
che è, ogni mese? XD
eniuei...moccia fa schifo.
ed è vero che il riso abbonda sulla bocca dei cinesi.
e la donna cammella è insieme all'uomo pingu, e la bestemmia è il sorriso interiore (cit.)
madò ci metterò giorni a leggere tutto il tuo blog sai?
e..non vorrai dirmi che hai uno di quei cosi allungacoso O_O
gnooooooo mi casca il mito.
mia come sta?^^
salùt! *ale* -si, quella che si fa i monologhi in inglese per strada alle 4 di notte-