sabato 14 novembre 2009

IL LAVORO RENDE LIBERI; VIVERE UNA VITA SECONDO NATURA RENDE SCHIAVI SENZA DIGITALE TERRESTRE... E ANCORA: 'FANCULO CASE EDITRICI FALLITE

LA NUOVA MODA: IL MICROCHIP PER ESSERI UMANI. TI PERMETTE DI METTERE TUTTE LE INFORMAZIONI DEL TUO PC SOTTO PELLE! OCCASIONE DA NON FARSI SFUGGIRE, SOPRATUTTO PER GLI SPROVVEDUTI SMEMORATI CHE SI DIMENTICANO LE COSE DA PORTARSI APPRESSSSSO. VI RICORDATE QUANDO DICEVANO: - NON PERDI LA TESTA PERCHE' CE L'HAI ATTACCATA AL COLLO? - , POI E' STATA LA VOLTA DI: - PERCHE' NON TI ATTACCHI LA CHIAVETTA USB AL PORTACHIAVI... TANTO TI DIMENTICHI PURE LE CHIAVI.
ECCO, ORA TUTTI I NOSTRI PROBLEMI SONO RISOLTI.
ED E' ANCHE PICCOLO COME UN CHICCO DI RISO.
NON FARA' NESSUN MALE.
VE LO ASSICURO.

DEI MERDOSI COMUNISTI DI MERDA (IL MEDICO CHE HA SCRITTO QUESTO LIBRO NON E' SCHIERATO POLITICAMENTE PERO' MI ADEGUO ALLE MODE; ORA LA MODA E' DARE DEL "COMUNISTA DI MERDA" A CHI NON CI STA SIMPATICO) HANNO PERMESSO LA STAMPA, LA DIVULGAZIONE DI QUESTO SATANICO LIBRO DOVE PRESUNTUOSI SCEMI INCITANO ALLA MORTE, A NON VACCINARSI, SOSTENENDO CHE NEL VACCINO C'E' DEL MERCURIO E SOSTANZE TOSSICHE IN GRADO DI FOTTERCI IN UNA DECINA D'ANNI. MA VI RENDETE CONTO?LA TELEVISIONE HA DETTO CHE CI DOBBIAMO VACCINARE E T'ARRIVA QUESTO SATANISTA DAL NULLA, MAI VISTO MANCO DA COSTANZO, CHE DICE AI MIEI FIGLI DI MORIRE?
ROBA DELL'ALTRO MONDO, VACCINI CHE UCCIDONO AL POSTO DELLE MALATTIE, POLITICI CHE SE LO FANNO METTERE IN CULO DA DONNE UOMO E POI VANNO IN CONVENTO A PRENDERLO NEL BOCCIOLO DA UOMINI UOMINI... MA C'ERA SCRITTO SUL SACRO LIBRO DEI LIBRI LA': L'APOCALISSE SAREBBE ARRIVATO.

CAZZATE A PARTE: UNO DEI LIBRI PIU' IMPORTANTI DELLA STORIA DEL MONDO E NON ESAGERO (SE LETTO CON LA COSCIENZA APERTA, SENZA PREGIUDIZI, SENTIMENTI CHIUSI NEL CASSETTO).
IL LIBRO FORNISCE AL LETTORE UNA BASE "STORICA" SULLA QUALE POTRA' TRARRE PROPRIE CONCLUSIONI.
NON UN LIBRO CHE VUOLE INSEGNARE A VIVERE, CHE ESPLORA ALTRI MONDI E DIMENSIONI; UN LIBRO CHE DA' UN SACCO DI RISPOSTE... E DI INQUIETANTI INTERROGATIVI.
LETTO IN DUE GIORNI, SCORRE COME UN FIUME DI CIOCCOLATA.
AMARA.
DOVREBBERO FARLO STUDIARE IN TUTTE LE SCUOLE.
È stata una settimana fondamentale per l'evoluzione anti darwinista della mia scimmiesca esistenza votata sempre al piacere di qualcun altro. Intanto, il presidente della FAO (Food and agricolture Organization) sta facendo lo sciopero della fame: “Ogni sei secondi un bambino muore di fame”.



Cazzo: e siamo ancora così tanti?




VOGLIO IL SANGUUUUUUEEEEE.




Se quel figlio di puttana milionario fa lo sciopero della fame per i bambini che muoiono di fame (e poi vuole dare in mano le redini del sistema alimentare MONDIALE alla Monsanto!!!!) io che sciopero devo fare, visto che la mia vita, come quella di tutti i miei coetanei, si sta riducendo alla ricerca della felicità tramite inutili, patetici, tutt'altro che interessanti lavori fatti d'aria, dove si vendono finti prodotti che non servono a nessuno, sopratutto in questo periodo di pilotata crisi demoralizza coscienze, votati al collettivo svuotamento della nostra coscienza, ancora per poco capace di provare emozioni&organizzare ragionamenti sobri, concreti, che non siano fottutamente materialistici o strumentali?!




Dopo il crack Parmalat, gli scienziati stanno studiando il modo di produrre (e divulgare su vastissima scala) l'eroina Barilla, la chetamina Algida, il popper Motta. Già immagino quanto potrà essere più sensata la nostra vita dal punto di vista organolettico, commerciale, sentimentale:




Mamma, mamma... mamma??!”




Che cazzo vuoi, sono le 08:00”




È natale, Gesù è nato”. “




Gesù è un'allegoria astrologica; fosse esistito sarebbe stato uno sfattone spara cazzate ammaestra folle”.




Ma è natale, non facciamo colazione con il popper Motta?”




Luigino, hai sei anni, se inizia adesso, che farai, a diciotto ti spari l'mdma della Chicco dritto negli occhi?”.




Ma mammmmma, ho letto su internet che col popper Motta quando il papà e io giocheremo a Trova il segreto nella caverna con l'allegro minatore non soffrirò più come una volta”.




Ecco, visto? Ieri sera papà a giocato a quello, più a Mangia la cioccolata indigesta dal terzo portale peloso del cane; se permetti, cristiddio, la mamma è stanca e ha anche un vago retrogusto amaro di merda in bocca”.




Vabbene mammina, ti amo lo stesso. Buon natale. Vado”.




Dove vai; rimani qui: se tuo padre s'alza e non ti trova già pronto e piegato, ti rompe una vertebra come l'anno scorso; sai cosa esige la mattina di natale”.




Non preoccuparti. Vado e torno. Promesso. È urgente, devo portare i power rangers in comunità”.




Ok ma sbrigati, sennò di power ci sarà solo sangue arterioso dalla schiena”.




Famiglie così felici.




'Nsomma andiamo a fare questo colloquio del cazzo per diventare commessi di una libreria che sta per aprire dalle nostre parti (parlo al plurale perché siamo io e quella puttanaccia della ragazza mia... la ragazza mia: uh uh uh uh io tarzanello tu janemangiabananeradiattive uh uh uh) . Dopo un viaggio allucinante (non si ritrovava la strada, abbiamo fatto un giro assurdo, allungato il tragitto, ho lanciato una pila di cd contro al cruscotto già di per sé mal ridotto) siamo arrivati di fronte ad un palazzone a metà tra il palazzo d'ingiustizia interplanetario e una sporca fabbrica fabbrica automi per il sistema. Salto la scena dell'attesa in sala d'attesa, in compagnia d'una famiglia talmente convinta di ottenere il lavoro/non convinta di cosa, in realtà, sia un libro, figli rompicoglioni e frustrati giovani solo all'anagrafe, sfatti nel corpo e nello sguardo.




Se gli occhi sono lo specchio dell'anima, il curriculum è lo specchio di una vita sprecata.




Entro, stringo la mano ad un altro giovane cinquantenne (aveva trent'anni ma dall'espressione, dalle spressioni che usava (e non era un matematico), dai modi da manager, uguale a tutti gli altri manager anodini, sembrava uscito da un film fallito per falliti), inizia ad elencarmi una serie di inutilità sull'inutile inutilità della sua vita, del suo lavoro, della vita che ci appresteremo a vivere noi e i nostri fottuti figli che mai faremo (parlo a nome di chi, come me, ha una coscienza e desidera risparmiare al suo ipotetico figlio futuro un futuro fatto di macchine, apatia, sottomissione, vuoto totale). Io annuisco, attuo tutte le procedure da colloquio, ossia non guardare in altro a destra perché denota insicurezza; vuol dire che devi inventare una risposta che non conosci.




In basso a sinistra si sta mentendo.




Ti muovi troppo/sei agitato ecc.




Porcoddio; al colloquio non è tranquillo manco un maharishi zen sotto metadone indù.




L'orrore s'attorciglia al bavero della camicia nera che, con accademico amore, indossai quella mattina per la speràvolucrosa occasione. M'ero fatto quel viaggio di merda, atteso con teste di cazzo per entrare nell'ufficio di un fallito creato in laboratorio che mi stava proponendo... DI ANDARE A VENDERE ENERGIA ELETTRICA. Quando sono uscito, per dimostrargli tutta la mia sicurezza manageriale gli ho stritolato la mano, fissandolo negli occhi come se fosse l'assassino dei cuccioli criceti del negozio della vecchia ubriacona pazza matta putrida all'angolo. Mi ha fatto buttare nel cesso una giornata; avrei potuto fallire sul letto di casamia, leggere qualcosa di stimolante tipo il diario di Bridget Jones, farmi una sega pensando a Rene Zellweger che intasca milioni per ingrassare diciotto chili in due giorni, poi fare pozze col culo per debellare larderelli dal medesimo culo per il film successivo nel quale, invece di interpretare la trentenne “tipo” atta a far felici le sottomesse donne di questa fottuta società, interpreterà una malata di cancro nell'ultima settimana di vita, del peso complessivo di 22 Kg (ossa incluse).




Stanno facendo di tutto per rendere il mondo standard standard; quella troiata della globalizzazione sta entrando sempre più a fondo nei minimi dettagli della nostra vita. Ci vogliono fare diventare dei cazzo di americani ciccioni, orgogliosi di una nazione pilotata da un sifilitico massone nano rachitico, circondato da finti comunisti ed economisti satanisti, felici di lavorare lavorare lavorare per comprare cagate sempre più grandi, caloriche, grasse... yeeeeea. Quel pomeriggio del colloquio, appena scappato dal palazzo d'ingiustizia, siamo andati a tracagnarci un paio, anzi, un paio di dozzine di birre riparatorie, per cercare di allontanare dalla mente quest'inquietante realtà che si sta espandendo come una macchia di sperma sulla faccia di uno dei bambini di cui i nostri alti politici hanno bisogno per compiere i loro macabri rituali in onore del demonio e del porcodio sole (a noi hanno raccontato la cagata di Gesù che è una metafora del sole... eppure lo adorano anche loro!)




Il giornale sul tavolo del bar sporco di patate, diceva che l'Italia è la nazione che fa maggior uso di cocaina. Cocaina, la droga per stare a mille, al tooooppppppppp, sempre al meglio, sempre in forma.




Il punto è: in America i bimbi li crescono al suono l'inno, reinterpretato pietosamente da uno strafattissimo Hendrix, amore per la bandiera, una chance, sii sempre il numero uno, non devi mai perdere, ama questa striscia, bacia quella stella. Noi le strisce le amiamo col naso, e vi spiego perché.




Per un americano medio, dal cervello ultra controllato, manipolato, pieno di merda imposta da genitori bigotti, bombardanti media fuorvianti, cibi oltre il livello della spazzatura (ciò che si mangia ha un ruolo fondamentale per il corretto funzionamento del cervello; non dico che dovremmo diventare tutti macrobioniueigveganosindacalisti... però...), cresce pensando di essere sempre il migliore in ogni cosa che fa. Non può permettersi sbagli. One chance! Mira alla perfezione, ALLA COMPLETEZZA. Secondo i suoi standard la perfezione si consegue riuscendo a comprare una macchina grande come un Boeing 747, un colesterolo alto come le “furono” twin towers, un lavoro da 170000 dollari a settimana, una villa talmente spropositata che per pulirla ci vogliono dodici cameriere (anch'esse rigorosamente enormi), una moglie/marito enorme, dal sorriso incredibilmente bianco anni cinquanta da cartolina falsa per farti arruolare felice come un cadavere a Pearl Harbor. Insomma: ce l'hanno nel dna: hai guadagnato 10? E' ovvio che per sentirti bene dovrai spendere come minimo 30!




Noi siamo cresciuti coi depressi scoraggiatòri cartoni animati giapponesi, genitori alternati premura, affetto, scassate di cazzo e: “Vabbè sarà per la prossima volta, non piangere”. Tutto un tratto, ci ritroviamo a dover bruscamente, per cause di forza maggiore tipo mangiare e bere quotidianamente, a condurre un'esistenza che non ci appartiene, che mai c'è appartenuta, in quanto freneticamente folle, immotivata, pazza, irrazionale...




SCEEEEEEEEMA, PORCODDIO.




Che dobbiamo fa', ci shta la crisi, la crisi, il lavoro non c'è, bla bla porco bla dio bla... ci mettiamo a fare lavori di niente, tutt'altro che gratificanti, costellati di gente falsa, dal sorriso falso, emozioni false, vite ipocritamente merdose. E false.




Tutto falso; poi mi vengono a dire che la realtà non è un'illusione.




L'acido desossiribonucleico che ci scoreggia tra un'elica girodestra e l'altra ribolle come l'acido a bordo piattaforma di combattimento dello stage di Reptile in Mortal Kombat2. È il suo discreto modo per dirci: “Guarda che se vivrai un solo altro anno ancora così, sarò io a evaporare. Mi cagherai dal culo, non avrai più dna. I tuoi figli, invece che dalla figa di tua moglie nasceranno direttamente sul nastro scorrevole della catena di montaggio”.




A volte mi fermo a pensarci, mi viene da ridere.




Il pomeriggio del colloquio ho impiegato tre tennent's super 0,5 per vederla sotto un'ottica diversa, cioè l'ottica orba.




Per ora pensiamo ad altro.




Ho paura perché fanno sempre in modo di metterci alle strette e noi, che siamo stanchi, che non abbiamo tempo, di qua, di là... soccombiamo a queste cazzate col sorriso!!! A me non me ne frega un cazzo del mondo, anzi, spero con tutto il cuore che quei figli di troia dei maya ci abbiano azzeccato per il 2012 (anche se non penso di essere così fortunato). Il problema è che, se il mondo va a puttane, la merda ricade anche su di me. A parte masturbarmi con video tipo http://www.youjizz.com/videos/2-girls-1-cup---the-famously-gross-video-everyone-is-talking-about-126937.html ... la merda non è che mi piaccia molto!




... cioè; non per dire.




Che cazzo si può fare?




Per la prima volta vedo davvero... ner... niente.




Non vedo niente.




Per quanto pessimista, ho sempre serbato un luccicante barlume di speranza tra un granello di forfora e l'altro; dopo quel colloquio ho tirato le somme e... confido nella mia totale incapacità matematica, sperando di aver sbagliato nel tirar fuori il risultato.




Lo spero.




Vivere sperando è far finta di vivere, senza avere un enorme obelisco fallico d'antrace trapiantato tra retto e intestino.




Detto questo, che dire più?




Il vecchio me è morto per lasciare spazio ad un nuovo agglomerato di cellule auto rigeneranti, sebbene il quarto ciclo mestruale della mia vita debba concludersi esattamente tra tre anni (le cellule si rinnovano totalmente ogni sette anni, l'ho letto dietro ad una scatola di Corn Flakes) .




Ho visto un video assurdo: le barriere sono state abbattute: è possibile auto metterselo nel culo letteralmente. Cioè, si deve avere un pene abbastanza lungo, però si può fare, ve l'assicuro.




Immagina quanti pomeriggi a casa, da soli!




Ho visto il diavolo scoparsi una donna. Non potete immaginare quanta bella roba giri su youjizz.com, davvero, non potete immaginare... a meno che non siete assidui frequentatori di siti pornovitalogràfici. La pornografia è imprescindibile per il semplice fatto che non ci sono altre valvole di sfogo (omicidio e realty shows a parte).




Quell'ebreo cocainomane facente parte della cricca degli Illuminati, tale Sigismondo Frivolo, un bel dì se ne uscì sostenendo che tutti i problemi hanno origine... da problemi di natura sessuale. Problemi che generano problemi, che generano problemi, che costituiscono la tua fottuta vita. In parte aveva ragione, in parte era solo un tossico ignaro di quanti danni stesse per fare la sua visione, negli anni a venire. Quello che mi spaventa di più però è Dawin: tutte le fottute specie derivano dallo stesso microorganismo?




Ma non è un pochino banale come motivazione per spiegare l'origine di tutta la vita sulla terra? Cazzo, potevo nascere pianta ma m'è andata male. Eppure illustri scienziati tipo Richard Dawkins rompono le palle dalla mattina alla sera predicando strumentale ateismo e darwinismo. Be', a me non mi convince 'sta storia, troppo alla buona. Ma se sono riusciti a far prendere come verità assoluta questa, in più la cagata di Gesùdiopadre contro il serpente parlante al madison sqare garden, allora non posso che aspirare a fare lo sceneggiatore di religioni/correnti di pensiero degli Illuminati. Dico a voi, egregi framassoni: se leggete questo blog contattatemi. Astenersi perditempo e coprofagi. Se mi permetterete di isolarmi da questo mondo di merda (grazie a voi/grazie a noi bambini bacati nel cervello), vi scriverò tutte le puttanate propagandistiche migliori della storia.




Volete mettermi alla prova?




Perfetto, eccovi un assaggio.




Ogni giorno cadono sulla terra chili e chili di polvere cosmica, frutto dell'erosione di meteoriti e stelle (non a caso, l'affermato geologo in incognito Alan Sorrenti, nella sua “Figli delle stelle” intendeva proprio questo). Col passare dei millenni, queste polveri si sono condensate, grazie agli agenti atmosferici. Poi, ci manca un tassello per completare il puzzle (ma se vi è andato bene con Darwin, cazzo, fatelo anche a me uno sconticino, mica tutto può sempre riportare per forza, eh!), però vi assicuro, lo giuro sui miei figli, sulla mia amata bandiera, sul mio misericordioso dio, che non siamo delle cazzo di scimmie evolutesi grazie alla televisione e quiz a premi.




I nostri antenati sono i sassi.




Ci sono molte prove per dimostrare questa teoria. La più schiacciante è la filosofia buddista, la quale afferma ultramotivatamente che, se nella vita terrena hai fatto lo stronzo, al prossimo ciclo ti reincarnerai in un sasso (non me lo sto inventando, lo pensano sul serio). I morti reincarnatisi in sassi presenti su Venere, dove oltre 78 mila miliardi di anni fa c'erano le stesse medesime condizioni di vita di adesso qui da noi, si trasferirono sul pianeta del sistema solare successivo, cioè il pianeta terra, grazie ad agenti atmosferici.




Piccola parentesi: cazzo, mi sa che sarà il lavoro del futuro, fare l'agente atmosferico.




Siamo figli di quei sassi che, compiuto il giro di reincarnazioni, si sono riabilitati a creare vita. Per questo il prossimo giro di reincarnazione si vivrà su Marte, poi Giove, poi Saturno, poi Urano, poi Nettuno, infine Plutone.




Ogni cosa è fatta di energia, conserva una propria memoria.




La materia è condensata energia, vibrante a bassa velocità.




NOI SIAMO FIGLI DEI SASSI, CI PERDIAMO A BALLARE NELLA NOT-TE- E!!!!!




Scrivendo un presuntuoso libro di un numero altamente impressionante di pagine (come la teoria del cazzo grosso, il libro buono è quello con più pagine) dimostrerò al mondo quanto abbia vissuto nell'inganno tutto questo tempo. Nessuno crederà più alle vecchie false religioni (che già state facendo in modo di eliminare in punta di piedi con piccoli escamotage che, visti dall'occhio di chi sa i vostri piani sembrano puerili e patetici), vi aiuterò a portare a termine la parte finale del piano per il nuovo ordine del mondo: una nuova unica religione: il culto dei sassi, che poi si tramuterà nel culto della madre terra.




Vincerete ancora una volta, pregherete il vostro sporco jabulon, sarete vincenti, satana vi farà pompini di congratulazione, regnerete felici e rettiliani ancora per secoli... sempre che qualche altro alieno con l'ufo dalle palle giranti non venga a rompervi le palle nel culo del paniere.




In tutto questo sacro e glorioso piano di globale supermarketizzazione, lasciatemi svolgere almeno un compito, vi prego, omuncoli dalle strette di mano segrete (porcoddio, manco alle elementari facevo quelle cagate da agente segreto. Eddài, su, ripiàtevi!). Io assecondo i vostri porci piani, voi mi date l'opportunità di tirarmi fuori da questo merdaio.




Vi va?




Ci state?




Aspetto risposte. Nel frattempo vado a fare un colloquio per diventare venditore di surgelati.




Esperienza minima richiesta 6 anni.




Cazzo, 6 anni surgelato... sai che fatica, risvegliarsi da un coma glaciale...




... senza aiuto da casa, senza il 50 e 50, senza l'aiuto del pubblico.




Ho voglia di lamentarmi; vado su facebook e dico la mia.




Da quando è morto Mike Bongiorno, non abbiamo più il quizzy per esprimere i nostri pareri.




In compenso c'è SKY NEWS che fa sondaggi.




Sintonizzatevi sul canale 500, godetevi le mirabolanti notizie: presto, per guardare la tv, ci vorrà un microchip RFID.




Niente chip, niente chop.

1 commento:

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu